Netfarm a Mobiconf 2017

 

Per il terzo anno consecutivo Netfarm ha partecipato a Mobiconf 2017, l'evento dedicato al mondo mobile iOS e Android con più di 450 partecipanti da almeno 20 paesi diversi.

L'evento si è svolto a Cracovia, come da convenzione, il'5 e 6 Ottobre, ed ha proposto 34 talks organizzati su tre stream paralleli,  rispettivamente dedicati alle tecnologie mobile (project management, UX and UI, user onboarding, etc), al mondo iOS e al mondo Android.

Il cinema MULTIKINO è stata la location d'eccezione anche quest'anno, confermando un'ottima qualità audio e video degli interventi,dimostrandosi perfetta anche per ospitare i diversi sponsor(Samsung, Mosquido, G2A, JetBrains) che hanno partecipato all'organizzazione dell'evento.

La Samsung ha portato alle mani dei developers il Samsung DeX innovazione in campo mobile che permette agli ultimi modelli della serie Galaxy e Note di trasformasi in PC Desktop, purtroppo le informazioni rilasciate si sono rivelate esigue e non abbiamo potuto ottenere ulteriori leak, sembra comunque una tecnologia dai risvolti intriganti. 

Il nostro team di developers si è diviso in 3, presenziando alla maggior parte dei talk, questo ha permesso di godersi un esperienza completa della conference.

 

Tra quelli seguiti, i talk più interessanti sono stati i seguenti:

 

- Johan Adda (@johanadda) -  The Future of Mobile

Il talk di apertura di quest'anno, Johan Adda si è dimostrato nato per il palcoscenico, un talk vivace e trascinante che portava in se tematiche serie e statische interessanti.

Gli argomenti sono stati vari dalle agghiaccianti percentuali di utilizzo al giorno degli smartphone,ad i trand più seguiti del momento come la corretta visuallizzazione dei media su mobile e la disposizione degli elementi interattivi corretta.

 

- John Sundell (@johnsundell) - Everyone is an API designer

Con un inglese impeccabile e un esperienza da gamedeveloper,John Sundell aveva già conquistato il pubblico, sicuramente il miglior talk riguardo Swift incentrato sul facilitare ed incentivare i programmatori a non affidarsi troppo alle librerie, spiegando le 4 regole principali per una corretta API:

  • Discorsiva per rendendere chiare le sue implementazioni ed alleggerire il carico su chi dovrà utilizzarla.

  • Scalabile ai fini di un utilizzo specifico senza intaccare la semplcità di un implementazione base.

  • Evolutiva sfruttando deprecations e refactoring per mantenere retrocompatibilità.

  • Contenuta da protocol che permettono gestione avanzate di funzioni interne senza esporre dettagli di implementazione.

 

- Pedro Piñera Buendía (@pepibumur) - Building µfeatures

Developer a Soundcloud, Pedro Piñera Buendía ha combattuto con la sua timidezza, per portare alla luce un aspetto molto importante in qualsiasi progetto iOS: ridurre i tempi di compilazione.

Utilizzando una vasta conoscenza dei framework ed della gestione delle librerie ha introdotto un personale metodo di organizzazione, dividendo il propio Workspace non sotto un unico Proj ma suddivedendoli per caratteristica(da qua il nome "µfeatures").

Questa gestione permette di compilare solo determinate sezione di un APP senza mettere in moto l'intero enviroment, importando solo le specifiche le librerie necessarie per l'effetivo testing delle funzionalità.

 

- Nick Babich (@101babich) - User Onboarding for Mobile App

Nick Babich ha tenuto un talk particolare su l'importanza dell' "Atterraggio Utente"(User Onboarding) per non fermarmsi solo al numero istallazioni bensì alla qualità dell'esperienza e la facilità di integrazione.

Rendendo chiaro fin da subito che pop-up sequenziali e con "wall of text" sono le prime cause di tutorial ignorati ed utenti incapaci di usufruire un esperienza completa.

Nick ha chiarito come con piccoli accorgimenti quali, non fornire più delle informazioni necessarie all'esecuzione di un comando ed UI semplici che permettano all'utente di percepire un percorso fluido all'interno dell' APP anche durante i primi avii, si possa garantire aumenti considerevoli nella percentuale di utenza attiva.

 

- Savvas Dalkitsis (@geeky_android) - Migrating a mature code base to Kotlin

Il linguaggio ideato dalle menti di JetBrains ha finalmente raggiunto uno statio stabile per permettere il passaggio completo a questa piattaforma e Savvas Dalkitsis ne è pienamente consapevole, questo talk ha dimostrato quanto sia semplice ed effeciente migrare da Java a Kotlin.

Con la possibilità di utilizzare simultaneamente codice di entrambi i linguaggi e le nuove funzionalità, mirate a migliorare la QoL(Quality of Life) del programattore Android, ormai il passaggio a Kotlin è solo questione di tempo.

 

- Jorge Barroso (@flipper83) - TensorFlow for Android

Uno degli ultimi talk della conference ma sicuramente non meno importante,Jorge Barroso ci ha parlato di come l'inteligenza artificiale continua ad evolversi e sta approdando su Mobile.

Utilizzando una fotocamera e il software di TensorFlow potrete generare un file che permettera di ricreare un'ambiente nel quale potrete insegnare alle vostre APP un learning dinamico.

 

Pubblicato in Eventi, Tecnologia da Leonardo Paci